Tag / sardegna

mysardinia paesi Robadanatti Sardegna SardegNAT Travel

Paesitudine is a state of mind.

La paesitudine é uno stato mentale, un sentimento e una poesia insieme.

Se non hai mai vissuto in un paese , forse neanche immagini cosa possa essere..un paese piccolo intendo, non certo un paese che fa di tutto per riempirsi di modernità importate a forza, che sovente, rinnega e spreca la propria poesia.

Non si riesce a spiegare a parole, si può solo sentire, e poi ricordare, e infine , sentirne la mancanza.

Si, sentire la mancanza di quei profumi di caminetto, di legna comprata ad agosto e accatastata in cortile per l’inverno, di semola da impastare, di zucchine fritte che esce dalle case e di  rugiada al mattino, perché sui muri di pietra la rugiada ha un profumo bellissimo. Ah, anche  la pioggia ha un altro profumo in paese.

E di suoni di zoccoli di cavalli  che riecheggiano per strada, di campane e di conversazioni in dialetto.

Abitare in un piccolo paese, uno di quelli che abbiamo noi qua nell’isola, e sentirsene parte é alla base della più genuina e salutare forma di comunità attiva e rassicurante .

Dovrebbe essere una materia di studio esperienziale da insegnare, da condividere a scuola, perché è parte integrante della nostra storia evolutiva, della nostra cultura di popolo. Dovrebbe essere buona abitudine trascorrerci almeno un mese all’anno. Una terapia efficace contro la diaspora dei valori identitari e della semplicità dell’essere.

Il fattore tempo e il fattore spazio, hanno connotazioni diverse. Il concetto di stress, di non-trovo-parcheggio, non pervenuti.

Il cibo ha dei gusti inimitabili.

E gli occhi della gente tutti da fotografare.

Food&wine mysardinia Robadanatti Sardegna SardegNAT

Social eating day 2017 a Nughedu S.Vittoria 

Un mese fa a Nughedu Santa Vittoria :

 Una cena nel borgo,  frutto di un impegno serio, che salvaguarda prima di tutto il paese, la gente e il territorio tutto e offre questo ai pochi commensali che ne vogliono cogliere l’essenza. Un giusto e pioneristico mix di modernità, web managing e la genuina lentezza della paesitudine, una serata magica,  sotto il cielo stellato dell’estate 2017.

artigianato click Food&wine i-Dee mysardinia SardegNAT

#quandoeropiccolafacevocolazionecosī

ashtag #quandoeropiccolafacevocolazionecosì 

Certo, allora bevevo il caffellatte e me ne fregavo di quante uova o zuccheri ci fossero in quei soffici Biscotti savoiardi di Fonni. Ma a volte é bello gustare ancora  nostalgici. Anzi se ogni tanto al bar, accanto a quell’infinità di cornetti prelievitati dalle accattivanti fantavarietà -integrale, vuoto,crema,ciocco, vegano, fantamiele, fruttidifantabosco etc..- ci fossero dei bei biscotti tradizionali e semplici da pucciare nel mio caffè d’orzo io sarei ben felice, cari baristi dell’isolaaaaah.

Ecco questa riflessione, in stand by da anni, ora l’ho messa nero su bianco sul blog, chissà che non serva a qualcosa😉

mysardinia SardegNAT

Trenino verde della Sardegna

Avete mai fatto un giretto sul Trenino verde 🚂🚃🚃 della Sardegna? 600 km di linee a scartamento ridotto che attraversano tutte le aree geografiche dell’isola, é chiamato appunto “verde”🚃 

perché con le sue carrozze vintage attraversa zone verdeggianti e inaspettate di un’isola famosa più per il blu delle sue coste, tutto un verde da scoprire . E le vecchie stazioni ristrutturate che si incontrano lungo il percorso sono incantevoli. Qui uno scatto dedicato a quella di Seui. E alle sue ortensie giganti.

 Si può decidere di viaggiare sulle linee turistiche o prenotare il trenino privatamente 

per un evento culturale, una gita scolastica o un viaggetto programmato. O ancora c’é la possibilità di aderire ai “last minute” effettuati per ragioni di servizio, che offrono biglietti a prezzi estremamente ridotti.
Tutte le info su www.treninoverde.com

Food&wine handmade SardegNAT Senza categoria

Mirto homemade

Finalmente imbottigliato. Edizione tardiva 2016. Quantità di nicchia quest’anno : due bottiglie. Per pochi eletti😂
Qua in Sardegna il liquore di mirto è un classico. Si è sempre fatto in casa vista l’abbondanza di bacche che regala la nostra macchia mediterranea . Si raccoglie a dicembre nel momento di massima maturazione e si mette a macerare per qualche mese nell’alcol..